Romanzi
Sort by:
  • Cover_La_sfida_NS

    Sono ancora di moda i duelli? Pare di sí, stando al ritrovamento del corpo di un uomo vestito alla moda del 1830, con in mano una pistola ad avancarica.
    I carabinieri della stazione di Borgaro Torinese dovranno risolvere il mistero.
    Nulla di misterioso, invece, nel suicidio di una coppia in gravi difficoltà economiche. Eppure…
    La determinazione dei loro amici costringerà Alex, il maresciallo, a considerare le cose da un altro punto di vista e a riaprire le indagini, che lo condurranno a dipanare un’intricata matassa, tra torbidi amori e furti di opere d’arte.


    16,00€
    LA SFIDA Andrea Gelain

    Sono ancora di moda i duelli? Pare di sí, stando al ritrovamento del corpo di un uomo vestito alla moda del 1830, con in mano una pistola ad avancarica.
    I carabinieri della stazione di Borgaro Torinese dovranno risolvere il mistero.
    Nulla di misterioso, invece, nel suicidio di una coppia in gravi difficoltà economiche. Eppure…
    La determinazione dei loro amici costringerà Alex, il maresciallo, a considerare le cose da un altro punto di vista e a riaprire le indagini, che lo condurranno a dipanare un’intricata matassa, tra torbidi amori e furti di opere d’arte.

    16,00€

    Sono ancora di moda i duelli? Pare di sí, stando al ritrovamento del corpo di un uomo vestito alla moda del 1830, con in mano una pistola ad avancarica.
    I carabinieri della stazione di Borgaro Torinese dovranno risolvere il mistero.
    Nulla di misterioso, invece, nel suicidio di una coppia in gravi difficoltà economiche. Eppure…
    La determinazione dei loro amici costringerà Alex, il maresciallo, a considerare le cose da un altro punto di vista e a riaprire le indagini, che lo condurranno a dipanare un’intricata matassa, tra torbidi amori e furti di opere d’arte.


  • Dove_giusto_NS

    Un romanzo avvincente ambientato negli anni Venti e Trenta del Novecento dove l’amore e la fratellanza si affermano in un mondo ormai entrato nella spirale di una violenza cieca e senza fine.


    15,00€
    Dove è giusto andare Marcello Montanaro

    Un romanzo avvincente ambientato negli anni Venti e Trenta del Novecento dove l’amore e la fratellanza si affermano in un mondo ormai entrato nella spirale di una violenza cieca e senza fine.

    15,00€

    Un romanzo avvincente ambientato negli anni Venti e Trenta del Novecento dove l’amore e la fratellanza si affermano in un mondo ormai entrato nella spirale di una violenza cieca e senza fine.


  • Norimberga_NS

    In una Norimberga distrutta e ridotta a un ammasso di rovine gli Alleati stanno celebrando il Processo ai capi nazisti, nel corso del quale vengono rivelate al mondo le efferatezze perpetrate su ordine di Hitler.
    Nicole Molinard è al seguito della Commissione francese grazie alla brillante laurea in legge conseguita nell’ateneo parigino.
    Al Processo incontra Sergeij Babicov, avvenente ufficiale russo, testimone per la Commissione sovietica in quanto tra i primi soldati Alleati ad entrare ad Auschwitz.
    Tra loro è amore a prima vista; entrambi inebriati dal senso di libertà che si respira alla fine del conflitto, sottovalutano i pericoli insiti in questa relazione.
    Le spie di Stalin incriminano Sergeij come “nemico del popolo” a causa della sua frequentazione con la giovane francese. Viene arrestato e tradotto in Siberia, con la condanna a dieci anni di lavori forzati nei gulag.
    La sua partenza improvvisa non gli consente neanche un saluto con la sua amata, che di lí a poco si rende conto di aspettare un bambino.
    Da quel momento le loro vite cominciano a scorrere su binari distanti, entrambe ricche di eventi e di incontri, ma ogni tentativo di contatto è vano per molti anni. Solo con l’arrivo di Gorbačëv finalmente riescono a ritrovarsi e a programmare una vita insieme, come avrebbe dovuto essere fin dall’inizio. L’arrivo di una lettera dalla Russia però scombina nuovamente i loro destini, preludendo a un finale imprevedibile e commovente.


    15,00€
    L’uomo di Norimberga Anna Rizzo

    In una Norimberga distrutta e ridotta a un ammasso di rovine gli Alleati stanno celebrando il Processo ai capi nazisti, nel corso del quale vengono rivelate al mondo le efferatezze perpetrate su ordine di Hitler.
    Nicole Molinard è al seguito della Commissione francese grazie alla brillante laurea in legge conseguita nell’ateneo parigino.
    Al Processo incontra Sergeij Babicov, avvenente ufficiale russo, testimone per la Commissione sovietica in quanto tra i primi soldati Alleati ad entrare ad Auschwitz.
    Tra loro è amore a prima vista; entrambi inebriati dal senso di libertà che si respira alla fine del conflitto, sottovalutano i pericoli insiti in questa relazione.
    Le spie di Stalin incriminano Sergeij come “nemico del popolo” a causa della sua frequentazione con la giovane francese. Viene arrestato e tradotto in Siberia, con la condanna a dieci anni di lavori forzati nei gulag.
    La sua partenza improvvisa non gli consente neanche un saluto con la sua amata, che di lí a poco si rende conto di aspettare un bambino.
    Da quel momento le loro vite cominciano a scorrere su binari distanti, entrambe ricche di eventi e di incontri, ma ogni tentativo di contatto è vano per molti anni. Solo con l’arrivo di Gorbačëv finalmente riescono a ritrovarsi e a programmare una vita insieme, come avrebbe dovuto essere fin dall’inizio. L’arrivo di una lettera dalla Russia però scombina nuovamente i loro destini, preludendo a un finale imprevedibile e commovente.

    15,00€

    In una Norimberga distrutta e ridotta a un ammasso di rovine gli Alleati stanno celebrando il Processo ai capi nazisti, nel corso del quale vengono rivelate al mondo le efferatezze perpetrate su ordine di Hitler.
    Nicole Molinard è al seguito della Commissione francese grazie alla brillante laurea in legge conseguita nell’ateneo parigino.
    Al Processo incontra Sergeij Babicov, avvenente ufficiale russo, testimone per la Commissione sovietica in quanto tra i primi soldati Alleati ad entrare ad Auschwitz.
    Tra loro è amore a prima vista; entrambi inebriati dal senso di libertà che si respira alla fine del conflitto, sottovalutano i pericoli insiti in questa relazione.
    Le spie di Stalin incriminano Sergeij come “nemico del popolo” a causa della sua frequentazione con la giovane francese. Viene arrestato e tradotto in Siberia, con la condanna a dieci anni di lavori forzati nei gulag.
    La sua partenza improvvisa non gli consente neanche un saluto con la sua amata, che di lí a poco si rende conto di aspettare un bambino.
    Da quel momento le loro vite cominciano a scorrere su binari distanti, entrambe ricche di eventi e di incontri, ma ogni tentativo di contatto è vano per molti anni. Solo con l’arrivo di Gorbačëv finalmente riescono a ritrovarsi e a programmare una vita insieme, come avrebbe dovuto essere fin dall’inizio. L’arrivo di una lettera dalla Russia però scombina nuovamente i loro destini, preludendo a un finale imprevedibile e commovente.


  • Alfiere_nero_NS

    La sparizione improvvisa di Naomi, affascinante modella kosovara, turba Andrea, il giovane pubblicitario che l’aveva scelta per uno spot. Soltanto 17 anni dopo riuscirà a scoprire il mistero della sua scomparsa, grazie al racconto della dolce Milena. Dagli appunti che gli vengono consegnati Andrea, ormai diventato un affermato scrittore, trae un romanzo tutto colpi di scena. Alla vigilia della guerra del Kosovo, negli ambienti della malavita decisa a sfruttare l’instabile situazione politica a proprio vantaggio, si snoda la vicenda di Naomi, scomparsa, ritrovata e nuovamente svanita nel nulla. Per Edoardo, un investigatore fuori dal comune, è l’occasione per riemergere dalla palude della depressione e lanciarsi a capofitto nell’azione, come un Alfiere sulla scacchiera.


    16,50€
    L’alfiere nero Andrea Gelain

    La sparizione improvvisa di Naomi, affascinante modella kosovara, turba Andrea, il giovane pubblicitario che l’aveva scelta per uno spot. Soltanto 17 anni dopo riuscirà a scoprire il mistero della sua scomparsa, grazie al racconto della dolce Milena. Dagli appunti che gli vengono consegnati Andrea, ormai diventato un affermato scrittore, trae un romanzo tutto colpi di scena. Alla vigilia della guerra del Kosovo, negli ambienti della malavita decisa a sfruttare l’instabile situazione politica a proprio vantaggio, si snoda la vicenda di Naomi, scomparsa, ritrovata e nuovamente svanita nel nulla. Per Edoardo, un investigatore fuori dal comune, è l’occasione per riemergere dalla palude della depressione e lanciarsi a capofitto nell’azione, come un Alfiere sulla scacchiera.

    16,50€

    La sparizione improvvisa di Naomi, affascinante modella kosovara, turba Andrea, il giovane pubblicitario che l’aveva scelta per uno spot. Soltanto 17 anni dopo riuscirà a scoprire il mistero della sua scomparsa, grazie al racconto della dolce Milena. Dagli appunti che gli vengono consegnati Andrea, ormai diventato un affermato scrittore, trae un romanzo tutto colpi di scena. Alla vigilia della guerra del Kosovo, negli ambienti della malavita decisa a sfruttare l’instabile situazione politica a proprio vantaggio, si snoda la vicenda di Naomi, scomparsa, ritrovata e nuovamente svanita nel nulla. Per Edoardo, un investigatore fuori dal comune, è l’occasione per riemergere dalla palude della depressione e lanciarsi a capofitto nell’azione, come un Alfiere sulla scacchiera.


  • Rinuncia_NS

    Torino 1847.
    Alla vigilia della Prima Guerra d’Indipendenza, quattro giovani ufficiali medici dell’esercito piemontese affrontano la vita con l’entusiasmo e la spensieratezza della loro irripetibile età.
    Mentre sperimentano l’amicizia fraterna, il cameratismo, lo spirito di corpo, si muovono con fiducia verso la fase più matura dell’esistere, incontro agli accadimenti più intimi e sostanziali propri a ogni uomo.
    L’amore si imporrà nel destino di Gerolamo e di Maria Luisa come forza dirompente che devia il corso degli eventi e costringe a scelte dure che segneranno per sempre il loro cammino.
    Ad accompagnarle, l’orrore della guerra esposto in tutta la sua insensata follia davanti agli occhi di medico e di ufficiale del protagonista, sospeso tra il senso del dovere e quello della giustizia.
    Grandioso affresco di un’epoca attraversato da una struggente malinconia e, insieme, da un’incrollabile speranza, la vicenda di Gerolamo Machetti non è soltanto un affascinante tuffo nel passato, in un modo nobile e lontano di sentire e raccontare la Storia.
    È un intenso percorso esistenziale in cui emerge potente l’universalità dell’esperienza umana. Una riflessione profonda e commossa sul significato della gioia e del dolore per ognuno di noi. E sull’insondabile portata di libertà che le nostre rinunce trascinano con sé.
    I diritti d’Autore saranno interamente devoluti al SERMIG di Torino.


    16,50€
    La rinuncia Marcello Montanaro

    Torino 1847.
    Alla vigilia della Prima Guerra d’Indipendenza, quattro giovani ufficiali medici dell’esercito piemontese affrontano la vita con l’entusiasmo e la spensieratezza della loro irripetibile età.
    Mentre sperimentano l’amicizia fraterna, il cameratismo, lo spirito di corpo, si muovono con fiducia verso la fase più matura dell’esistere, incontro agli accadimenti più intimi e sostanziali propri a ogni uomo.
    L’amore si imporrà nel destino di Gerolamo e di Maria Luisa come forza dirompente che devia il corso degli eventi e costringe a scelte dure che segneranno per sempre il loro cammino.
    Ad accompagnarle, l’orrore della guerra esposto in tutta la sua insensata follia davanti agli occhi di medico e di ufficiale del protagonista, sospeso tra il senso del dovere e quello della giustizia.
    Grandioso affresco di un’epoca attraversato da una struggente malinconia e, insieme, da un’incrollabile speranza, la vicenda di Gerolamo Machetti non è soltanto un affascinante tuffo nel passato, in un modo nobile e lontano di sentire e raccontare la Storia.
    È un intenso percorso esistenziale in cui emerge potente l’universalità dell’esperienza umana. Una riflessione profonda e commossa sul significato della gioia e del dolore per ognuno di noi. E sull’insondabile portata di libertà che le nostre rinunce trascinano con sé.
    I diritti d’Autore saranno interamente devoluti al SERMIG di Torino.

    16,50€

    Torino 1847.
    Alla vigilia della Prima Guerra d’Indipendenza, quattro giovani ufficiali medici dell’esercito piemontese affrontano la vita con l’entusiasmo e la spensieratezza della loro irripetibile età.
    Mentre sperimentano l’amicizia fraterna, il cameratismo, lo spirito di corpo, si muovono con fiducia verso la fase più matura dell’esistere, incontro agli accadimenti più intimi e sostanziali propri a ogni uomo.
    L’amore si imporrà nel destino di Gerolamo e di Maria Luisa come forza dirompente che devia il corso degli eventi e costringe a scelte dure che segneranno per sempre il loro cammino.
    Ad accompagnarle, l’orrore della guerra esposto in tutta la sua insensata follia davanti agli occhi di medico e di ufficiale del protagonista, sospeso tra il senso del dovere e quello della giustizia.
    Grandioso affresco di un’epoca attraversato da una struggente malinconia e, insieme, da un’incrollabile speranza, la vicenda di Gerolamo Machetti non è soltanto un affascinante tuffo nel passato, in un modo nobile e lontano di sentire e raccontare la Storia.
    È un intenso percorso esistenziale in cui emerge potente l’universalità dell’esperienza umana. Una riflessione profonda e commossa sul significato della gioia e del dolore per ognuno di noi. E sull’insondabile portata di libertà che le nostre rinunce trascinano con sé.
    I diritti d’Autore saranno interamente devoluti al SERMIG di Torino.


  • Mistero_prescelto_NS

    Seconda avventura dell’ispettore torinese Lorenzo Carreri, specializzato in ricerche su opere d’arte rubate o falsificate. Chiamato a Oslo dalla sua amica russa Tatjana per investigare su alcune gravi minacce rivolte a un medico e collezionista italiano lí residente, si trova ben presto alle prese con un’indagine serrata che coinvolge un’associazione con sede a Parigi denominata Ludovicus Magnus di cui il dottore si riteneva “il prescelto”. Un omicidio e la scomparsa di un celebre quadro del pittore Ferdinand Hodler portano l’investigatore nella capitale francese e in seguito in Svizzera dove, dopo diversi colpi di scena e grazie alla collaborazione di alcune sue preziose amicizie femminili, riesce a dipanare l’intricata vicenda.


    15,00€
    Il mistero del prescelto Luisa Benedetti

    Seconda avventura dell’ispettore torinese Lorenzo Carreri, specializzato in ricerche su opere d’arte rubate o falsificate. Chiamato a Oslo dalla sua amica russa Tatjana per investigare su alcune gravi minacce rivolte a un medico e collezionista italiano lí residente, si trova ben presto alle prese con un’indagine serrata che coinvolge un’associazione con sede a Parigi denominata Ludovicus Magnus di cui il dottore si riteneva “il prescelto”. Un omicidio e la scomparsa di un celebre quadro del pittore Ferdinand Hodler portano l’investigatore nella capitale francese e in seguito in Svizzera dove, dopo diversi colpi di scena e grazie alla collaborazione di alcune sue preziose amicizie femminili, riesce a dipanare l’intricata vicenda.

    15,00€

    Seconda avventura dell’ispettore torinese Lorenzo Carreri, specializzato in ricerche su opere d’arte rubate o falsificate. Chiamato a Oslo dalla sua amica russa Tatjana per investigare su alcune gravi minacce rivolte a un medico e collezionista italiano lí residente, si trova ben presto alle prese con un’indagine serrata che coinvolge un’associazione con sede a Parigi denominata Ludovicus Magnus di cui il dottore si riteneva “il prescelto”. Un omicidio e la scomparsa di un celebre quadro del pittore Ferdinand Hodler portano l’investigatore nella capitale francese e in seguito in Svizzera dove, dopo diversi colpi di scena e grazie alla collaborazione di alcune sue preziose amicizie femminili, riesce a dipanare l’intricata vicenda.


  • Ventinove_NS

    Cesare è intelligente, ha due acque marine al posto degli occhi e non si cura della sua bellezza. È un dettaglio in più per lui, null’altro. Un ragazzo affidabile e con la testa a posto. Una testa che conserva in sé cultura e capacità di collegare i fatti. Ecco perché suo zio Maggiorino lo coinvolge per risolvere un misfatto locale: un cadavere viene ritrovato in una discarica a Ceva. È la tecnica omicida che attira l’attenzione del vecchio. E Cesare, suo malgrado, si trasforma nel catalizzatore del potere oscuro della politica.
    Siamo negli anni Sessanta: i collettivi, il malcontento di fabbrica, la Fiat, la vita di tutti i giorni. Ed è nella quotidianità che conosciamo uno spaccato di Torino intrigante, attraverso lo sguardo non ordinario dell’autore. Nelle vie più popolari del capoluogo piemontese si condensa un passato appena successo, ricco di aspetti che ognuno di noi può riconoscere, che tipizzano una società analizzata mediante una scrittura arguta e incredibilmente ironica.
    Questa non è una storia di politica e non è neppure un poliziesco, non è nemmeno un thriller. Per Cesare comunque è il peggiore degli incubi. Ma non per noi.


    15,00€
    Ventinove sottozero Stefano Garzaro

    Cesare è intelligente, ha due acque marine al posto degli occhi e non si cura della sua bellezza. È un dettaglio in più per lui, null’altro. Un ragazzo affidabile e con la testa a posto. Una testa che conserva in sé cultura e capacità di collegare i fatti. Ecco perché suo zio Maggiorino lo coinvolge per risolvere un misfatto locale: un cadavere viene ritrovato in una discarica a Ceva. È la tecnica omicida che attira l’attenzione del vecchio. E Cesare, suo malgrado, si trasforma nel catalizzatore del potere oscuro della politica.
    Siamo negli anni Sessanta: i collettivi, il malcontento di fabbrica, la Fiat, la vita di tutti i giorni. Ed è nella quotidianità che conosciamo uno spaccato di Torino intrigante, attraverso lo sguardo non ordinario dell’autore. Nelle vie più popolari del capoluogo piemontese si condensa un passato appena successo, ricco di aspetti che ognuno di noi può riconoscere, che tipizzano una società analizzata mediante una scrittura arguta e incredibilmente ironica.
    Questa non è una storia di politica e non è neppure un poliziesco, non è nemmeno un thriller. Per Cesare comunque è il peggiore degli incubi. Ma non per noi.

    15,00€

    Cesare è intelligente, ha due acque marine al posto degli occhi e non si cura della sua bellezza. È un dettaglio in più per lui, null’altro. Un ragazzo affidabile e con la testa a posto. Una testa che conserva in sé cultura e capacità di collegare i fatti. Ecco perché suo zio Maggiorino lo coinvolge per risolvere un misfatto locale: un cadavere viene ritrovato in una discarica a Ceva. È la tecnica omicida che attira l’attenzione del vecchio. E Cesare, suo malgrado, si trasforma nel catalizzatore del potere oscuro della politica.
    Siamo negli anni Sessanta: i collettivi, il malcontento di fabbrica, la Fiat, la vita di tutti i giorni. Ed è nella quotidianità che conosciamo uno spaccato di Torino intrigante, attraverso lo sguardo non ordinario dell’autore. Nelle vie più popolari del capoluogo piemontese si condensa un passato appena successo, ricco di aspetti che ognuno di noi può riconoscere, che tipizzano una società analizzata mediante una scrittura arguta e incredibilmente ironica.
    Questa non è una storia di politica e non è neppure un poliziesco, non è nemmeno un thriller. Per Cesare comunque è il peggiore degli incubi. Ma non per noi.


  • Ultimo_destino_NS

    Nel periodo dell’Inquisizione, della Riforma religiosa e delle insurrezioni economiche, due fratelli cresciuti uno in Renania e l’altro in Castiglia, vivono il tumulto sociale offrendo il loro contributo. Juan, il tipografo, diventa un ricco mercante di Anversa e sostenitore delle idee di Erasmo da Rotterdam e Tommaso Moro. Egli sfrutta l’innovazione dei caratteri da stampa per la diffusione delle ideologie e dona il denaro necessario per continuare la rivoluzione. Hans, il lanzichenecco, è un valido balestriere che combatte al soldo dei potenti fin quando non abbraccia anche lui la causa dei contadini di Germania. Due fratelli, due vite parallele nella guerra e nell’amore.


    16,50€
    L’ultimo destino Angelino Riggio

    Nel periodo dell’Inquisizione, della Riforma religiosa e delle insurrezioni economiche, due fratelli cresciuti uno in Renania e l’altro in Castiglia, vivono il tumulto sociale offrendo il loro contributo. Juan, il tipografo, diventa un ricco mercante di Anversa e sostenitore delle idee di Erasmo da Rotterdam e Tommaso Moro. Egli sfrutta l’innovazione dei caratteri da stampa per la diffusione delle ideologie e dona il denaro necessario per continuare la rivoluzione. Hans, il lanzichenecco, è un valido balestriere che combatte al soldo dei potenti fin quando non abbraccia anche lui la causa dei contadini di Germania. Due fratelli, due vite parallele nella guerra e nell’amore.

    16,50€

    Nel periodo dell’Inquisizione, della Riforma religiosa e delle insurrezioni economiche, due fratelli cresciuti uno in Renania e l’altro in Castiglia, vivono il tumulto sociale offrendo il loro contributo. Juan, il tipografo, diventa un ricco mercante di Anversa e sostenitore delle idee di Erasmo da Rotterdam e Tommaso Moro. Egli sfrutta l’innovazione dei caratteri da stampa per la diffusione delle ideologie e dona il denaro necessario per continuare la rivoluzione. Hans, il lanzichenecco, è un valido balestriere che combatte al soldo dei potenti fin quando non abbraccia anche lui la causa dei contadini di Germania. Due fratelli, due vite parallele nella guerra e nell’amore.


  • Solo_mio_silenzio_NS

    Un segreto. Cinque generazioni rimangono vittime di un silenzio. E un bambino cresce con la convinzione di essere il frutto della mala fortuna. Nella Sardegna rurale offesa dai disboscamenti feroci, spesso morente per febbri malariche, pesti e carestie, la famiglia Ferrai non abbandona la speranza né l’orgoglio. Non si piega alle faide locali, protegge fino allo spasmo le proprie terre e riscopre l’intensità dei legami affettivi. “Solo il mio silenzio” è un romanzo di vite, di paesaggi e di sentimenti estremi. È il viaggio trasversale che porta alla conoscenza di una storia incredibile di forza e determinazione, affinché la speranza detti la sua legge salvifica sull’indifferenza.


    15,00€
    Solo il mio silenzio Pina Ligas

    Un segreto. Cinque generazioni rimangono vittime di un silenzio. E un bambino cresce con la convinzione di essere il frutto della mala fortuna. Nella Sardegna rurale offesa dai disboscamenti feroci, spesso morente per febbri malariche, pesti e carestie, la famiglia Ferrai non abbandona la speranza né l’orgoglio. Non si piega alle faide locali, protegge fino allo spasmo le proprie terre e riscopre l’intensità dei legami affettivi. “Solo il mio silenzio” è un romanzo di vite, di paesaggi e di sentimenti estremi. È il viaggio trasversale che porta alla conoscenza di una storia incredibile di forza e determinazione, affinché la speranza detti la sua legge salvifica sull’indifferenza.

    15,00€

    Un segreto. Cinque generazioni rimangono vittime di un silenzio. E un bambino cresce con la convinzione di essere il frutto della mala fortuna. Nella Sardegna rurale offesa dai disboscamenti feroci, spesso morente per febbri malariche, pesti e carestie, la famiglia Ferrai non abbandona la speranza né l’orgoglio. Non si piega alle faide locali, protegge fino allo spasmo le proprie terre e riscopre l’intensità dei legami affettivi. “Solo il mio silenzio” è un romanzo di vite, di paesaggi e di sentimenti estremi. È il viaggio trasversale che porta alla conoscenza di una storia incredibile di forza e determinazione, affinché la speranza detti la sua legge salvifica sull’indifferenza.